lunedì 2 luglio 2012

‘A pasta – seconda parte

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Dunque, dove eravamo rimasti?
ci siamo lasciati la volta scorsa a metà della manifestazione, con le degustazioni dei tre ragù proposti: inutile stare qui a dirvi che ogni ragù ha la propria personalità di chi lo cucina, e quindi ogni ricetta è un caso a parte, e cosi pure ad Afragola.
Posso solo aggiungere,  riferendomi a una scena di Sabato Domenica e Lunedi, con Sophia Loren, che questa viene quasi alle mani con una signora di Afragola, appunto, proprio nel ragionare su quale sia la ricetta più veritiera, tanto da far intervenire i Carabinieri, che una volta saputo il motivo del diverbio, passano oltre!
Bene, dopo la degustazione, dei ragù, si passa all’aperto, nel cortile del Chiostro degli Agostiniani, risalente al XIV secolo, e dove nel secolo scorso si svolgevano le pubbliche assisi.
Qui, nel porticato, sono stati allestisti gli stand espositivi dei vari pastifici partecipanti alla manifestazione, e stand di altri prodotti tipici campani e non solo: per la quasi totalità dei prodotti esposti è stata offerta una degustazione gratuita.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           pastifico dei campi
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
al primo piano del chiostro è stata anche allestita una mostra con strumenti antichi per la lavorazione della pasta.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
il pomeriggio volge al termine, ecco che in piazza S.Leone, fervono i preparativi per la grande “pastata” finale: 7 chef hanno proposto le loro ricette con Pasta Artigianale preparate nelle cucine “open air”.
Ecco alcune delle proposte della serata:
OLYMPUS DIGITAL CAMERA           OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Angelina Ceriello, con “Penna Maltagliata  lardiata,con pomodorino del piennolo” preparazione classica della cucina napoletana, sicuramente il piatto più “gettonato” della serata: Un ritorno al passato e alla tradizione che vince sempre.
P6232103  P6232101
Dipping di pasta, ricci di mare, ricotta di bufala, pesto di rucola e pomodoro confit, di Michele di Leo.
  P6232107 OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Un altro grande classico della cucina Napoletana: la “candela spezzata con genovese e ricotta scottata” , di Giulio Coppola, giovane chef de “la Galleria” di Gragnano, ristorante appena insignito da Trip Advisor del certificato di eccellenza!
P6232092  OLYMPUS DIGITAL CAMERA
E infine,Agostino Jacobucci, con   “candele spezzate fritte, ripiene di ricotta di fuscella, su letto di crema di zucchine a modo di scapece”
Come detto altri chef erano presenti, ma assaggiare tutto era letteralmente impossibile!
Una splendida giornata con un gran finale!!!
Qui tutte le foto

3 commenti:

  1. Posso solo confermare quello che ti avevo scritto nel precedente post! Peccato non esserci stata e complimenti!

    RispondiElimina
  2. Ma che belle queste manifestazioni, ogni volta te lo ripeto!!! :) e bellissime le altre foto che hai messo in questo post ^.^

    RispondiElimina
  3. meravigliose queste iniziative

    RispondiElimina