sabato 15 aprile 2017

Grissini…che bontà!

PicMonkey Collage (3)I grissini, sostituto del pane e sfizioso passatempo, prodotto di origine piemontese, (inventati per rimediare problemi di salute di Vittorio Amedeo II di Savoia, pare fossero particolarmente graditi anche a Napoleone che se li faceva portare direttamente da Torino, con un servizio istituito ad hoc), devono sicuramente il loro successo anche al fatto che oltre a risultare più digeribili perchè hanno meno mollica del pane, hanno una lunga conservabilità.
I grissini, semplicissimi e alquanto veloci  da fare casa, si possono aromatizzare come si preferisce; io li ho gia rifatti più volte.DSC_2593La ricetta che vi propongo è dello Chef Armando Palmieri (qui  e qui) che l’ha proposta durante una dimostrazione di uso della semola in sostituzione della classica farina bianca. Io nella mia preparazione ho dimezzato le dosi e fatto grissini più corti.
Ingredienti:
600 g di semola rimacinata
15 g di lievito di birra
250 g di acqua
100 g di olio extravergine
10  di sale
semi vari (per me semi di lino, formaggio grattugiato e pesto di aglio orsino)
2 uova per spennellare.
Sciogliere il lievito in un po’ acqua appena tiepida (io ho usato lievito secco), quindi unire alla semola, col resto dell’acqua,l’olio e il sale. Lavorare fino ad avere l’impasto omogeneo e  e lasciar riposare coperto una 20na di minuti.
Una volta riposato, io ho diviso l’impasto in due parti, aggiungendo ad una un cucchiaino abbondante di pesto di aglio orsino e una volta incorporato ho formato il panetto dallo spessore di un dito e lasciato riposare ancora coperto da pellicola.
20170409_165015  20170409_172432
L’altra parte d’impasto una volta formato il panetto schiacciato, ho spennellato di uovo battuto e cosparso di formaggio grattugiato (che si può anche incorporare all’impasto) e semi di lino poi girato e ripetuto l’operazione sull’altra “faccia” del panetto.
Si copre con pellicola e si lascia lievitare ancora 20/30 minuti, quindi con un tarocco si tagliano striscioline d’impasto e si stirano tenendole dalle estremità.

DSC_2650  20170409_172810
Questi nelle foto sotto, quelli di Armando…
DSC_2594 DSC_2600
Si mettono sulla placca del forno coperta con un foglio di carta forno e si lasciano riposare ancora una decina di munuti, quindi si cuociono 12/15 minuti a 190°.
Una volta freddi saranno croccanti e gustosi…difficile resistere…
DSC_2662  DSC_2663

Nessun commento:

Posta un commento